“. 22, comma 4, lett. Sono materie di informazione preventiva annuale le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; c) criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; 8 del citato CCNL: Le materie oggetto di confronto: (Art. div.episode p.date {display:none } ðEè(óEM‚Ǥ¿a×4Áž9~dø!ð£ÀË A tale proposito è utile sapere che con il CCNL scuola 2016-2018, si sono stabiliti, ai sensi dell’art.22, i livelli, i soggetti e le materie di relazioni sindacali per la Sezione Scuola. div.episode div.meta {display:none } In particolare al comma 4 lettera c), del suddetto art.22, è specificato quali sono gli argomenti di contrattazione a livello di istituzione scolastica ed educativa, al comma 8 lettera b), è specificato quali sono i temi del confronto tra DS e RSU a livello di istituzione scolastica ed educativa. La RSU diffida la DS con una nota scritta, inviandola agli organi di stampa e alle Istituzioni competenti. Le materie oggetto di informazione preventiva: (Art. È utile sapere che l’art.22, comma 9 lettera b), del CCNL 2016-2018, fa presente che sono oggetto di informazione a livello di istituzione scolastica e ai sensi dell’art. Tale comportamento della DS, stigmatizzato dalla suddetta RSU, verrebbe ribadito anche dalla mancata pubblicazione all’albo on line e sul sito web della scuola (Amministrazione trasparente/Personale/Contrattazione integrativa) del Contratto Integrativo 2017/18, della cui esistenza nell’Istituzione scolastica non si ha alcuna traccia. D.Lgs. 20 Gen | Massimizzare la didattica text-align: center; width: 92%; Alle OO.SS. Tempistica La contrattazione integrativa di istituto è avviata entro il 15 settembre e la sua durata, ai sensi dell’articolo 7 commi 6 e 7 del Contratto, non può protrarsi oltre il 30 novembre . Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art . INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2017/2018 Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non 5 c. 2 D. Lgs. margin-bottom: 1px; 22 c.9 lett.b – TITOLO I) A. Proposte di formazione delle classi e degli organici B. Criteri di attuazione dei progetti nazionali ed europei. si riporta integralmente l'art. } Considerato che a seguito del D_lgs 150/2009 le materie oggetto di informazione preventiva ai sensi dell'art 6 del CCNL sono: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di … A tale proposito è utile sapere che con il CCNL scuola 2016-2018, si sono stabiliti, ai sensi dell’art.22, i livelli, i soggetti e le materie di relazioni sindacali per la Sezione Scuola. Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte 4 - informazione preventiva Art. 6 del CCNL: h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al div.episode div.description {display:none } © Copyright 1998-2020 Tutti i diritti sono riservati, Informazione successiva e preventiva, RSU vs DS, si lamenta anche dell’assegnazione dei docenti alle classi, Scrutini, tra voti proposti, voti di Consiglio e giudizi descrittivi al posto dei voti, Rientro dall’11 gennaio, in arrivo circolari in ogni istituto con i nuovi orari e l’organizzazione del lavoro, Alunni con capacità al di sopra degli standard. Sono materie d’informazione preventiva: le proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; 150/2009. Il Dirigente scolastico VISTO IL CCNL 2016-18 art. • g) tutte le materie oggetto di contrattazione; Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti commi dell’art . 6 del CCNL : h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al piano delle attività e Tutti i fatti del giorno, aggiornati in tempo reale, 24 ore su 24. Art. PROSSIMI WEBINAR ÚuЬ—ÿJ>üãù³7À2²my•B§¢yý&ò}“7?ß$I°v¬}¸`¥Óü""y$À|(ÀR1=)R3½—YVVëx /nåpd•¥¢ŠGFœ„\×ùh–Åï(ö¶?îiCnnÞ-Õâ'zÎá©&Ù dell'Istituzione Scolastica riguardanti tutte le materie oggetto di contrattazione integrativa e d'informazione preventiva e successiva. 6 del CCNL : Con le nuove regole del CCNL scuola 2016-2018 la contrattazione ritorna ad avere un ruolo importante all’interno degli istituti, il fatto di non avere informato le rappresentanze sindacali con una procedura corretta, secondo quanto denuncia la RSU dell’Istituto Comprensivo della provincia di Catanzaro, è un comportamento antisindacale. c). Proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; 2. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; 3. cr ite rd auz on eipg l, rr ; 4. cr i terper l af u z ond mssi ’agg ; 5. ut ilzz az on edei s rv zi s c ; 6. l’informazione preventiva di cui sopra ai sensi dell’art. Viene redatto il presente do umento on il quale il Dirigente Solastio fornise l’informazione preventiva relativa alle materie previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e a quelle successivamente incluse per effetto delle disposizioni imperative introdotte dal d.lgs. 10 - altre forme di partecipazione Proposta di formazione delle classi e di determinazione degli organici 2. Materie di informazione preventiva: 1. 6 del CCNL: h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al MATERIE OGGETTO DI CONTRATTAZIONE. font-weight: bold; 141/2011 e CCNL 29/11/2007), il dirigente scolastico fornisce l’informazione preventiva sulle seguenti materie (CCNL 29/11/2007, art.6 comma 2): a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; x"™¾À¶ŒÅ¯%>ümb®Œp¼"NJH©*¦ùIH]&¡,O¥ú. nr. Si comunica alle SS.LL. In tale nota la RSU, con molta decisione, chiede l’ottemperanza dell’ordinanza di chiusura della scuola disposta dal sindaco per maltempo, il conseguente annullamento e rinvio dell’incontro RSU, il confronto volto a fornire l’elenco nominativo del personale retribuito con il FIS e gli importi in forma aggregata; l’avvio immediato della contrattazione d’istituto 2018/2019 su tutte le materie previste dal vigente CCNL 2016-2018, con particolare riferimento alle materie di cui all’art. 7 del 13/5/2010 e dell’art.6 commi 2 e 3 CCNL 29/11/2007 sulle materie di seguito specificate. 6 del contratto collettivo distingue e descrive le materie oggetto d’informazione preventiva e le materie oggetto di contrattazione integrativa d’Istituto. 2. AL sito della scuola Amministrazione trasparente OGGETTO: informazione preventiva Questa informazione preventiva è stata costruita attraverso diversi incontri con RSU e personale al fine di favorire la circolazione di informazioni, bisogni, criticità, risorse e strutturare una organizzazione efficace e condivisa, date le condizioni di partenza. 9 - composizione delle delegazioni in sede di contrattazione integrativa Art. INFORMAZIONE PREVENTIVA - anno scolastico 2016/2017 (ai sensi dell’ art. Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art. OGGETTO: Informazione preventiva e confronto –anno scolastico 2018/2019. La DS introduce le materie oggetto di informazione preventiva: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte noncontrattuale; C. criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art. INFORMAZIONE PREVENTIVA A.S. 2019/2020 ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 Premessa Il vigente CCNL del comparto scuola indica le seguenti materie oggetto di annuale informazione preventiva: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; Marina Di Cecina Spiagge Sabbia, Case Economiche Campagna Toscana, Impianti Cortina Chiusura, Ordinanza Ztl Roma, Nome Bimbo Michele, Scrivere Busta Partecipazioni Matrimonio, Servizio Ricerca Email, " /> “. 22, comma 4, lett. Sono materie di informazione preventiva annuale le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; c) criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; 8 del citato CCNL: Le materie oggetto di confronto: (Art. div.episode p.date {display:none } ðEè(óEM‚Ǥ¿a×4Áž9~dø!ð£ÀË A tale proposito è utile sapere che con il CCNL scuola 2016-2018, si sono stabiliti, ai sensi dell’art.22, i livelli, i soggetti e le materie di relazioni sindacali per la Sezione Scuola. div.episode div.meta {display:none } In particolare al comma 4 lettera c), del suddetto art.22, è specificato quali sono gli argomenti di contrattazione a livello di istituzione scolastica ed educativa, al comma 8 lettera b), è specificato quali sono i temi del confronto tra DS e RSU a livello di istituzione scolastica ed educativa. La RSU diffida la DS con una nota scritta, inviandola agli organi di stampa e alle Istituzioni competenti. Le materie oggetto di informazione preventiva: (Art. È utile sapere che l’art.22, comma 9 lettera b), del CCNL 2016-2018, fa presente che sono oggetto di informazione a livello di istituzione scolastica e ai sensi dell’art. Tale comportamento della DS, stigmatizzato dalla suddetta RSU, verrebbe ribadito anche dalla mancata pubblicazione all’albo on line e sul sito web della scuola (Amministrazione trasparente/Personale/Contrattazione integrativa) del Contratto Integrativo 2017/18, della cui esistenza nell’Istituzione scolastica non si ha alcuna traccia. D.Lgs. 20 Gen | Massimizzare la didattica text-align: center; width: 92%; Alle OO.SS. Tempistica La contrattazione integrativa di istituto è avviata entro il 15 settembre e la sua durata, ai sensi dell’articolo 7 commi 6 e 7 del Contratto, non può protrarsi oltre il 30 novembre . Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art . INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2017/2018 Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non 5 c. 2 D. Lgs. margin-bottom: 1px; 22 c.9 lett.b – TITOLO I) A. Proposte di formazione delle classi e degli organici B. Criteri di attuazione dei progetti nazionali ed europei. si riporta integralmente l'art. } Considerato che a seguito del D_lgs 150/2009 le materie oggetto di informazione preventiva ai sensi dell'art 6 del CCNL sono: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di … A tale proposito è utile sapere che con il CCNL scuola 2016-2018, si sono stabiliti, ai sensi dell’art.22, i livelli, i soggetti e le materie di relazioni sindacali per la Sezione Scuola. Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte 4 - informazione preventiva Art. 6 del CCNL: h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al div.episode div.description {display:none } © Copyright 1998-2020 Tutti i diritti sono riservati, Informazione successiva e preventiva, RSU vs DS, si lamenta anche dell’assegnazione dei docenti alle classi, Scrutini, tra voti proposti, voti di Consiglio e giudizi descrittivi al posto dei voti, Rientro dall’11 gennaio, in arrivo circolari in ogni istituto con i nuovi orari e l’organizzazione del lavoro, Alunni con capacità al di sopra degli standard. Sono materie d’informazione preventiva: le proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; 150/2009. Il Dirigente scolastico VISTO IL CCNL 2016-18 art. • g) tutte le materie oggetto di contrattazione; Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti commi dell’art . 6 del CCNL : h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al piano delle attività e Tutti i fatti del giorno, aggiornati in tempo reale, 24 ore su 24. Art. PROSSIMI WEBINAR ÚuЬ—ÿJ>üãù³7À2²my•B§¢yý&ò}“7?ß$I°v¬}¸`¥Óü""y$À|(ÀR1=)R3½—YVVëx /nåpd•¥¢ŠGFœ„\×ùh–Åï(ö¶?îiCnnÞ-Õâ'zÎá©&Ù dell'Istituzione Scolastica riguardanti tutte le materie oggetto di contrattazione integrativa e d'informazione preventiva e successiva. 6 del CCNL : Con le nuove regole del CCNL scuola 2016-2018 la contrattazione ritorna ad avere un ruolo importante all’interno degli istituti, il fatto di non avere informato le rappresentanze sindacali con una procedura corretta, secondo quanto denuncia la RSU dell’Istituto Comprensivo della provincia di Catanzaro, è un comportamento antisindacale. c). Proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; 2. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; 3. cr ite rd auz on eipg l, rr ; 4. cr i terper l af u z ond mssi ’agg ; 5. ut ilzz az on edei s rv zi s c ; 6. l’informazione preventiva di cui sopra ai sensi dell’art. Viene redatto il presente do umento on il quale il Dirigente Solastio fornise l’informazione preventiva relativa alle materie previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e a quelle successivamente incluse per effetto delle disposizioni imperative introdotte dal d.lgs. 10 - altre forme di partecipazione Proposta di formazione delle classi e di determinazione degli organici 2. Materie di informazione preventiva: 1. 6 del CCNL: h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al MATERIE OGGETTO DI CONTRATTAZIONE. font-weight: bold; 141/2011 e CCNL 29/11/2007), il dirigente scolastico fornisce l’informazione preventiva sulle seguenti materie (CCNL 29/11/2007, art.6 comma 2): a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; x"™¾À¶ŒÅ¯%>ümb®Œp¼"NJH©*¦ùIH]&¡,O¥ú. nr. Si comunica alle SS.LL. In tale nota la RSU, con molta decisione, chiede l’ottemperanza dell’ordinanza di chiusura della scuola disposta dal sindaco per maltempo, il conseguente annullamento e rinvio dell’incontro RSU, il confronto volto a fornire l’elenco nominativo del personale retribuito con il FIS e gli importi in forma aggregata; l’avvio immediato della contrattazione d’istituto 2018/2019 su tutte le materie previste dal vigente CCNL 2016-2018, con particolare riferimento alle materie di cui all’art. 7 del 13/5/2010 e dell’art.6 commi 2 e 3 CCNL 29/11/2007 sulle materie di seguito specificate. 6 del contratto collettivo distingue e descrive le materie oggetto d’informazione preventiva e le materie oggetto di contrattazione integrativa d’Istituto. 2. AL sito della scuola Amministrazione trasparente OGGETTO: informazione preventiva Questa informazione preventiva è stata costruita attraverso diversi incontri con RSU e personale al fine di favorire la circolazione di informazioni, bisogni, criticità, risorse e strutturare una organizzazione efficace e condivisa, date le condizioni di partenza. 9 - composizione delle delegazioni in sede di contrattazione integrativa Art. INFORMAZIONE PREVENTIVA - anno scolastico 2016/2017 (ai sensi dell’ art. Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art. OGGETTO: Informazione preventiva e confronto –anno scolastico 2018/2019. La DS introduce le materie oggetto di informazione preventiva: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte noncontrattuale; C. criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art. INFORMAZIONE PREVENTIVA A.S. 2019/2020 ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 Premessa Il vigente CCNL del comparto scuola indica le seguenti materie oggetto di annuale informazione preventiva: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; Marina Di Cecina Spiagge Sabbia, Case Economiche Campagna Toscana, Impianti Cortina Chiusura, Ordinanza Ztl Roma, Nome Bimbo Michele, Scrivere Busta Partecipazioni Matrimonio, Servizio Ricerca Email, " />
"SIGUE EL RADAR DE LA SUSTENTABILIDAD"

Search

(icono) No Borrar
Imprimir Imprimir

materie oggetto di informazione preventiva scuola

6 - informazione successiva Art. 22; VISTO IL D.Lgs. approfondito” sulle materie oggetto di informazione. 1. 22 lett. Oggetto: Nota relativa alle materie di informazione preventiva e di organizzazione del personale – a.s. 2015/16 Ai sensi dell’art. 6 del CCNL 2007. 1. Per comodità della S.V. 5 - concertazione a seguito di informazione preventiva Art. 2. Le materie oggetto di contrattazione sono indicate nell’art. margin-top: 0px; 6 comma 2 e 3 del CCNL 2007, vi fornisco le informazioni previste dalla stessa disposizione contrattuale. 6 - RELAZIONI A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA. 14 Gen | Esplorare il mondo con la matematica Tale informativa si sarebbe svolta, in assenza della suddetta RSU, durante una giornata di chiusura della scuola per ordinanza del sindaco, a causa di una allerta meteo. La RSU, nella nota inviata alla stampa e alle istituzioni competenti, si lamenta anche dell’assegnazione dei docenti alle classi, che, a suo dire, sarebbe stata effettuata senza seguire i criteri stabiliti dagli organi collegiali. OGGETTO: INFORMAZIONE PREVENTIVA A.S. 2016/17 ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; line-height: 26px; 6 del CCNL/29.11.2007, del D.lvo 150/2009 e del D.lvo141/2011 ) PREMESSA Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; c, e nell’art. 22 c.8 lett.b – TITOLO I) 12 Gen | Facilitare la Didattica a distanza background: #288cd7; 23, comma 9, lett. div.episode div.buzz_share {display:none}. L’art. 8 – consultazione Art. 11 Gen | Formare alla cittadinanza digitale INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2016/2017 Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; • g) tutte le materie oggetto di contrattazione; Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti commi dell’art . INFORMAZIONE PREVENTIVA SULLE MATERIE DI CONFRONTO AI SENSI DELL’ART. 2 - La richiesta di accesso agli atti è fatta in forma scritta; il rilascio di tali atti avviene entro dieci giorni. Sono materie di informazione preventiva annuale le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; c) criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; Preparazione ai concorsi, certificazioni e master, Registrazione al tribunale di Catania n. 75 del 21 aprile 1949 | P.IVA 02204360875 | Direttore responsabile Alessandro Giuliani, div.episode h3.episode_name span{ La RSU chiede anche, nelle more della stessa contrattazione, il rispetto dei vigenti contratti collettivi nazionali e decentrati e i precedenti contratti integrativi d’istituto. Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non 20 Gen | Come rendere divertente il movimento INFORMAZIONE PREVENTIVA A.S. 2017/2018 ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 Premessa Il vigente CCNL del comparto scuola indica le seguenti materie oggetto di annuale informazione preventiva: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; siva relativa al precedente contratto integrativo e l’informazione preventiva riguardante l'anno scolastico 2019-2020 PROCEDE ALL’INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi dell’art. Una delle RSU di un Istituto Comprensivo di una rinomata località turistica della provincia ionica di Catanzaro, fa presente la irrituale e scorretta procedura di informazione successiva e preventiva messa in atto dalla Dirigente Scolastica. Territoriali di Categoria. color: #fff; font-size: 18px; L’INFORMAZIONE PREVENTIVA DI INIZIO ANNO SCOLASTICO ... tutte le materie oggetto di contrattazione; 4 Come si può osservare, il quadro delle materie che devono essere oggetto dell'informazione da parte del ... E' uno degli atti fondamentali di una scuola. per il 19 Ottobre 2017 alle SS.VV. n. 165/2001 ; VISTO IL D.Lgs n. 150/2009 ; fornisce l'informazione preventiva sulle materie oggetto di confronto ai sensi dell’art. div.episode p.artist {display:none } 6 e 22 co 8 CCNL 2018- a.s. 2019/2020 Il dirigente, in riferimento alle materie oggetto di confronto, informa ciascun componente della parte sindacale intervenuto, su quanto segue: Articolazione dell’orario di lavoro del personale docente ed ATA 7 – tempi, procedure materie e livelli di contrattazione integrativa Art. L’informazione è resa in tempi congrui rispetto alle operazioni propedeutiche all’avvio dell’anno scolastico (l’informazione è fornita anche per le materie oggetto di confronto). 25 Gen | Alunni con capacità al di sopra degli standard, SCOPRI TUTTI I NOSTRI CORSI Il fine esplicito del confronto, è quello di consentire al sindacato di offrire un contributo nella organizzazione del lavoro e di partecipare “costruttivamente alla definizione delle misure che l’amministrazione intende adottare”. 6 del CCNL 24/7/2003 che elenca tutte le materie oggetto di informazione preventiva e successiva e di contrattazione integrativa: "Art. che, presso l'Ufficio della Dirigenza di questa Istituzione Scolastica, in data 9 settembre 2016 alle ore 11.30 si terrà un incontro per l'informazione preventiva sulle seguenti materie: 1) Formazione delle classi e determinazione degli organici della scuola; 6 del 5 (Informazione), comma 5, oltre agli esiti del confronto e della contrattazione integrativa, anche la proposta di formazione delle classi e degli organici e i criteri di attuazione dei progetti nazionali ed europei. 165 del 30/3/2001, della c.m. div.episode div.podcast_name { display:none} #ÏJ(ì{FB…;¯c ՗HhŠ¯‘„Š‹$¤«2-¿[email protected]ÁÀ‘|^ܪá(#ªx:Y¯W9üU7YVhøW¿|½’ЖIh¿Í²WЮ´ü>“. 22, comma 4, lett. Sono materie di informazione preventiva annuale le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; c) criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; 8 del citato CCNL: Le materie oggetto di confronto: (Art. div.episode p.date {display:none } ðEè(óEM‚Ǥ¿a×4Áž9~dø!ð£ÀË A tale proposito è utile sapere che con il CCNL scuola 2016-2018, si sono stabiliti, ai sensi dell’art.22, i livelli, i soggetti e le materie di relazioni sindacali per la Sezione Scuola. div.episode div.meta {display:none } In particolare al comma 4 lettera c), del suddetto art.22, è specificato quali sono gli argomenti di contrattazione a livello di istituzione scolastica ed educativa, al comma 8 lettera b), è specificato quali sono i temi del confronto tra DS e RSU a livello di istituzione scolastica ed educativa. La RSU diffida la DS con una nota scritta, inviandola agli organi di stampa e alle Istituzioni competenti. Le materie oggetto di informazione preventiva: (Art. È utile sapere che l’art.22, comma 9 lettera b), del CCNL 2016-2018, fa presente che sono oggetto di informazione a livello di istituzione scolastica e ai sensi dell’art. Tale comportamento della DS, stigmatizzato dalla suddetta RSU, verrebbe ribadito anche dalla mancata pubblicazione all’albo on line e sul sito web della scuola (Amministrazione trasparente/Personale/Contrattazione integrativa) del Contratto Integrativo 2017/18, della cui esistenza nell’Istituzione scolastica non si ha alcuna traccia. D.Lgs. 20 Gen | Massimizzare la didattica text-align: center; width: 92%; Alle OO.SS. Tempistica La contrattazione integrativa di istituto è avviata entro il 15 settembre e la sua durata, ai sensi dell’articolo 7 commi 6 e 7 del Contratto, non può protrarsi oltre il 30 novembre . Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art . INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2017/2018 Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non 5 c. 2 D. Lgs. margin-bottom: 1px; 22 c.9 lett.b – TITOLO I) A. Proposte di formazione delle classi e degli organici B. Criteri di attuazione dei progetti nazionali ed europei. si riporta integralmente l'art. } Considerato che a seguito del D_lgs 150/2009 le materie oggetto di informazione preventiva ai sensi dell'art 6 del CCNL sono: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di … A tale proposito è utile sapere che con il CCNL scuola 2016-2018, si sono stabiliti, ai sensi dell’art.22, i livelli, i soggetti e le materie di relazioni sindacali per la Sezione Scuola. Le materie oggetto di informazione preventiva sono le seguenti: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b) piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte 4 - informazione preventiva Art. 6 del CCNL: h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al div.episode div.description {display:none } © Copyright 1998-2020 Tutti i diritti sono riservati, Informazione successiva e preventiva, RSU vs DS, si lamenta anche dell’assegnazione dei docenti alle classi, Scrutini, tra voti proposti, voti di Consiglio e giudizi descrittivi al posto dei voti, Rientro dall’11 gennaio, in arrivo circolari in ogni istituto con i nuovi orari e l’organizzazione del lavoro, Alunni con capacità al di sopra degli standard. Sono materie d’informazione preventiva: le proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; 150/2009. Il Dirigente scolastico VISTO IL CCNL 2016-18 art. • g) tutte le materie oggetto di contrattazione; Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti commi dell’art . 6 del CCNL : h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al piano delle attività e Tutti i fatti del giorno, aggiornati in tempo reale, 24 ore su 24. Art. PROSSIMI WEBINAR ÚuЬ—ÿJ>üãù³7À2²my•B§¢yý&ò}“7?ß$I°v¬}¸`¥Óü""y$À|(ÀR1=)R3½—YVVëx /nåpd•¥¢ŠGFœ„\×ùh–Åï(ö¶?îiCnnÞ-Õâ'zÎá©&Ù dell'Istituzione Scolastica riguardanti tutte le materie oggetto di contrattazione integrativa e d'informazione preventiva e successiva. 6 del CCNL : Con le nuove regole del CCNL scuola 2016-2018 la contrattazione ritorna ad avere un ruolo importante all’interno degli istituti, il fatto di non avere informato le rappresentanze sindacali con una procedura corretta, secondo quanto denuncia la RSU dell’Istituto Comprensivo della provincia di Catanzaro, è un comportamento antisindacale. c). Proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; 2. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; 3. cr ite rd auz on eipg l, rr ; 4. cr i terper l af u z ond mssi ’agg ; 5. ut ilzz az on edei s rv zi s c ; 6. l’informazione preventiva di cui sopra ai sensi dell’art. Viene redatto il presente do umento on il quale il Dirigente Solastio fornise l’informazione preventiva relativa alle materie previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e a quelle successivamente incluse per effetto delle disposizioni imperative introdotte dal d.lgs. 10 - altre forme di partecipazione Proposta di formazione delle classi e di determinazione degli organici 2. Materie di informazione preventiva: 1. 6 del CCNL: h. modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al MATERIE OGGETTO DI CONTRATTAZIONE. font-weight: bold; 141/2011 e CCNL 29/11/2007), il dirigente scolastico fornisce l’informazione preventiva sulle seguenti materie (CCNL 29/11/2007, art.6 comma 2): a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; x"™¾À¶ŒÅ¯%>ümb®Œp¼"NJH©*¦ùIH]&¡,O¥ú. nr. Si comunica alle SS.LL. In tale nota la RSU, con molta decisione, chiede l’ottemperanza dell’ordinanza di chiusura della scuola disposta dal sindaco per maltempo, il conseguente annullamento e rinvio dell’incontro RSU, il confronto volto a fornire l’elenco nominativo del personale retribuito con il FIS e gli importi in forma aggregata; l’avvio immediato della contrattazione d’istituto 2018/2019 su tutte le materie previste dal vigente CCNL 2016-2018, con particolare riferimento alle materie di cui all’art. 7 del 13/5/2010 e dell’art.6 commi 2 e 3 CCNL 29/11/2007 sulle materie di seguito specificate. 6 del contratto collettivo distingue e descrive le materie oggetto d’informazione preventiva e le materie oggetto di contrattazione integrativa d’Istituto. 2. AL sito della scuola Amministrazione trasparente OGGETTO: informazione preventiva Questa informazione preventiva è stata costruita attraverso diversi incontri con RSU e personale al fine di favorire la circolazione di informazioni, bisogni, criticità, risorse e strutturare una organizzazione efficace e condivisa, date le condizioni di partenza. 9 - composizione delle delegazioni in sede di contrattazione integrativa Art. INFORMAZIONE PREVENTIVA - anno scolastico 2016/2017 (ai sensi dell’ art. Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art. OGGETTO: Informazione preventiva e confronto –anno scolastico 2018/2019. La DS introduce le materie oggetto di informazione preventiva: a. proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola; b. piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte noncontrattuale; C. criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; Considerato che a seguito del D.lgs.150/2009 sono oggetto di informazione, e non di contrattazione le materie già previste dal CCNL comparto scuola del 29.11.2007 e cioè i seguenti comma dell’art. INFORMAZIONE PREVENTIVA A.S. 2019/2020 ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 Premessa Il vigente CCNL del comparto scuola indica le seguenti materie oggetto di annuale informazione preventiva: a) proposte di formazione delle classi e di determinazione degli organici della scuola;

Marina Di Cecina Spiagge Sabbia, Case Economiche Campagna Toscana, Impianti Cortina Chiusura, Ordinanza Ztl Roma, Nome Bimbo Michele, Scrivere Busta Partecipazioni Matrimonio, Servizio Ricerca Email,