Notizie Su Mantova, San Vito Di Cadore Cosa Vedere, Incredulità Di San Tommaso, Castellanzese Calcio Juniores Nazionali Risultati Girone A, Marcatori Spezia Serie A, Percoco Di Turi Maturazione, Sformato Di Riso E Zucchine Fatto In Casa Da Benedetta, Metro Vienna Prezzi, Istruttoria In Prima Istanza Chiusura Per Fine Istanza, " /> Notizie Su Mantova, San Vito Di Cadore Cosa Vedere, Incredulità Di San Tommaso, Castellanzese Calcio Juniores Nazionali Risultati Girone A, Marcatori Spezia Serie A, Percoco Di Turi Maturazione, Sformato Di Riso E Zucchine Fatto In Casa Da Benedetta, Metro Vienna Prezzi, Istruttoria In Prima Istanza Chiusura Per Fine Istanza, " />
"SIGUE EL RADAR DE LA SUSTENTABILIDAD"

Search

(icono) No Borrar
Imprimir Imprimir

prima guerra persiana: riassunto

La prima guerra persiana scoppiò nel 499 a.C. quando Mileto, la più fiorente città greca fondata sulle coste dell'Asia Minore e conquistata dall'impero persiano, si ribellò. Secondo N. Whatley gli effettivi persiani dovevano essere meno di 20 000, visto quanto sarebbe stato difficile trasportarle. [109] La spedizione fu finalmente pronta nel 480 a.C., anno in cui iniziò la seconda guerra persiana, sotto il comando dello stesso Serse. Appunti di STORIA antica - 1 liceo 2. Chiesero aiuto ai Greci del continente; solo Atene ed Eretria mossero in loro soccorso. Il re persiano Dario, deciso ad impedire alle città greche di sostenere ancora l’aspirazione delle colonie alla libertà, nel 490 a.C , organizza una grande spedizione contro Atene, consigliata anche dall’ex tiranno Ippia che si era rifugiato presso la … Si racconta che al termine della battaglia, un ateniese di nome FILIPPIDE fu inviato ad Atene, distante più di 40 km, ad annunciare la vittoria. La seconda guerra persiana (480 a.C.-479 a.C.) Alla morte di re Dario, il figlio Serse iniziò i preparativi per una nuova spedizione. Prima guerra persiana Appunto storico sulla prima guerra Persiana, la guerra dei Greci contro gli invasori Persiani, che si concluse con la vittoria dei Persiani. Questa spedizione, nota con il nome di Prima Guerra Persiana, si concluse con la vittoria degli Ateniesi che, successivamente, con l’aiuto di Sparta e di altre città greche, seppero imporsi anche sull’esercito di Serse nel corso della Seconda Guerra Persiana. [90] Nonostante la superiorità numerica dei nemici, la falange oplitica greca, formata dalla fanteria ateniese si dimostrò straordinariamente efficace: gli Ateniesi attaccarono frontalmente l'esercito persiano, che sfondò la parte centrale dello schieramento greco ma non riuscì a sconfiggerla. Vedendo che lo sbarco a sorpresa era fallito, i Persiani tornarono sconfitti in Asia Minore. [96], Per i Persiani le due spedizioni contro la Grecia furono assolutamente positive; nuovi territori furono aggiunti all'impero e la polis di Eretria venne punita. Storia antica — Breve riassunto della prima guerra persiana, le cause e le conseguenze . Erodoto afferma che ci furono 6.400 caduti tra le file persiane[91] contro soli 192 degli Ateniesi[91] e 11 di Platea. Una volta sconfitta la flotta persiana rientrò in patria. e dei suoi satrapi (governatori delle province), che imposero loro non solo obbedienza ma anche tributi economici. Percorse l’intero Di fronte al pericolo di un nuovo attacco persiano, gli … [18] Gli Ateniesi si rifiutarono e dichiararono apertamente guerra alla Persia. [31] La pacificazione della Ionia permise ai Persiani di avviare il loro programma futuro, che consisteva nell'estinguere la minaccia per l'impero costituita dalla Grecia e nel punire Atene ed Eretria. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. ), convinto di vendicarsi di Atene progettò una grande spedizione di conquista, con forze navali e di terra. [104] La battaglia di Maratona fu la prima volta che una falange batteva delle truppe armate alla leggera, mostrò quanto potessero essere devastanti gli opliti in battaglia. Nel 500 a.C. l'impero persiano era ancora relativamente giovane e in fase di espansione, ma aveva già vissuto varie rivolte dei popoli da esso assoggettati. I Persiani, tornati sulle navi, si diressero verso Atene nella speranza di trovarla priva di difese. spedizione militare composta da una flotta e da un esercito terrestre. Nel 492 a.C. Dario inviò un grande esercito, guidato dal generale Mardonio, verso l'Ellesponto per sottometterele coste dell'Egeo settentrionale e della Tracia dove vi erano ancora delle ribellioni all'impero persiano. Il materiale selezionato è appositamente semplice e schematico, in modo che possa essere… La campagna persiana era tuttavia riuscita a centrare la maggior parte dei suoi obiettivi, punendo la maggior parte di coloro che avevano appoggiato i ribelli ioni e conquistando le isole egee. La prima guerra persiana. [73][74] L'unica eccezione poteva essere rappresentata dalle truppe etniche persiane, che avrebbero potuto indossare un'armatura a scaglie. La Grecia è invasa, dopo una battaglia navale presso capo Artemisio. [81], I Persiani giunsero al largo della punta meridionale dell'Eubea, a Caristo. La prima guerra persiana (490 a.c.) La convinzione dei greci non era sbagliata: la natura universale dell’Impero persiano e il principio strategico fatto proprio da ogni generale, secondo il quale la conquista di un paese non è mai sicura se non è seguita da quella dei paesi con i … Parole-chiave. Tuttavia, la Tracia e le Cicladi erano state annesse all'impero persiano, mentre la Macedonia era ancora un vassallo persiano. La prima guerra persiana scoppiò nel 492 a.C. e si concluse con la vittoria ateniese nella battaglia di Maratona, nel 490 a.C. Il conflitto, formato da due spedizioni distinte, fu voluto dal re di Persia Dario I principalmente per punire Atene ed Eretria, che in precedenza avevano sostenuto le poleis della Ionia durante la loro rivolta contro il dominio persiano, suscitando in tal modo l'ira di Dario, che nel conflitto … Gli opliti furono il punto di forza degli Ateniesi durante la prima guerra persiana. Egli, quindi, non scrisse un trattato storiografico secondo i dettami odierni poiché non citò le sue fonti, né riferì dati tecnici che oggi non verrebbero certamente trascurati. [29] [73] Anche alcuni altri contingenti erano probabilmente armati in un modo diverso:[73] ad esempio, i Saka erano degli abili guerrieri con l'ascia. Secondo J. Secondo Jim Lacey c'erano 1000 cavalli, trasportati su 50 navi da carico. [104] La formazione oplitica era sì vulnerabile alla cavalleria, ma, utilizzata nelle giuste circostanze, era molto efficace. Nonostante l'insuccesso di queste azioni, gli Eretriesi e gli Ateniesi si attirarono l'inimicizia perpetua di Dario, che promise di punire entrambe le città. L'esito della prima guerra persiana non è da ritenersi disastroso per i Persiani, giacchè avevano esteso il loro dominio su molte isole dell'Egeo,e inoltre dopo lo smacco di Maratona, Dario, re dei persiani, stava preparando un'altra spedizione, portata a termine da suo figlio e nuovo re dei Persiani, Serse. Essi, infatti, avevano rapporti economici con Mileto, ma non un legame così forte da giustificare una guerra contro il potente impero persiano. Per un approfondimento leggi Dalla rivolta ionica alla Prima guerra persiana, riassunto. Leonida, re di Sparta, sacrificando se stesso e trecento spartani, copre la ritirata delle forze di terra elleniche alle Termopili. guerre persiane. la flotta persiana naufraga vicino al monte Athos e l’intera spedizione fallisce ! [97] Dario morì mentre si preparava a marciare verso l'Egitto e il trono di Persia passò a suo figlio Serse I. PRIMA GUERRA PERSIANA che terminò con la vittoria della Grecia: 10 000 soldati greci riuscirono a sconfiggere 20 000 soldati persiani! Spedizione di Mardonio in Tracia e Macedonia Nel 492 a.C. Dario inviò il proprio genero, Mardonio a completare la sottomissione della Tracia, che era nominalmente parte dell'impero persiano dal 513 a.C.. Ottenuto lo scopo, Mardonio [47], Erodoto riportache la flotta persiana era costituita da 600 triremi,[48] ma questa stima non è unanimemente accettata dagli storici, che avanzano varie ipotesi.[49]. Storia 1liceo-grecia 1. Dario aveva ancora intenzione di invadere e di conquistare la Grecia, per rendere sicura la parte occidentale del suo impero. Tuttavia, nel 486 a.C., i suoi sudditi egiziani si ribellarono, rimandando a tempo indeterminato ogni spedizione contro le poleis greche. La cronaca racconta che i Lindii, sul punto di arrendersi per mancanza d'acqua, furono convinti da un magistrato, che diceva di essere stato visitato nel sonno da Atena, a chiedere ai Persiani una tregua per cinque giorni (il tempo per il quale sarebbero durate le loro riserve d'acqua), dato che Atena aveva promesso di chiedere l'intercessione di Zeus per procurare loro dell'acqua. [108] Questi soffocò la rivolta egiziana e cominciò a progettare una nuova invasione della Grecia. Erodoto infatti non indica un numero preciso, limitandosi a dire che l'esercito persiano era dotato di una grande e poderosa fanteria. [12][13], La rivolta ionica era iniziata in seguito a una fallimentare spedizione contro Nasso, per mezzo della quale il tiranno di Mileto Aristagora, che aveva coinvolto anche il satrapo Artaferne, avevano tentato di espandere il dominio persiano nell'Egeo; dopo che i Persiani avevano dovuto ritirarsi perché avevano esaurito il denaro destinato all'assedio, Aristagora, temendo di essere rimosso dal potere, abdicò e proclamò la nascita della democrazia nella sua polis. LE GUERRE TRA GRECI E PERSIANI. [1], Mentre alcuni storici ritengono che Erodoto, in molti casi, abbia inteso avvalorare le sue idee a scapito della loro attendibilità, senza però produrre prove a sostegno di tale ipotesi; la maggior parte degli studiosi lo ritengono uno storico onesto e non di parte, anche se riportò molti dati chiaramente esagerati, fino a sconfinare nel mito. [106] Avendo già precedentemente vinto combattimenti contro gli opliti, i Persiani considerarono Maratona semplicemente come un'eccezione. Si racconta che al termine della battaglia, un ateniese di nome FILIPPIDE fu inviato ad Atene, distante più di 40 km, ad annunciare la vittoria. Non tutti sono corretti o necessari Dario nell'intraprendere la sua campagna contro i Greci aveva sperato nella che divideva le diverse poleis . [55] Lo scrittore Lucio Ampelio fornisce una cifra più bassa, 80 000 uomini;[56] Simonide, quasi contemporaneo agli eventi, racconta che l'esercito di Artaferne e di Dati superava le 200 000 unità; lo storico romano Cornelio Nepote riporta che i Persiani potevano contare su 200 000 fanti e 10 000 cavalieri;[57] Plutarco e Pausania il Periegeta dichiarano che i Persiani erano 300 000, come anche il dizionario Suda;[58][59][60] Platone e Lisia parlano di 500 000 uomini, così come fa menzione di 500 000 soldati Marco Giuniano Giustino. [39] [107] Inoltre, Atene rimase impunita nonostante il ruolo ricoperto nella rivolta ionica e, al pari di Sparta, non conobbe conseguenze per il trattamento che aveva riservato agli ambasciatori persiani. [86] Per sei giorni gli Eretriesi resistettero ai Persiani, che subirono alcune perdite,[86] ma il settimo giorno due Eretriesi aprirono le porte e consegnarono la città ai nemici. Così nel 499 a.C. Mileto si ribellò al dominio persiano e chiese aiuto alla madrepatria; Atene inviò … PRIMA GUERRA PERSIANA: RIASSUNTO. La prima guerra persiana I Persiani imposero alle città sottomesse il pagamento di pesanti tributi. [34], Intanto gli uomini della spedizione terrestre, accampati in Macedonia, subirono gravi perdite per l'attacco notturno della tribù tracia dei Brigi, che uccise molti soldati e ferì lo stesso Mardonio. Sebbene i Persiani fossero stati sconfitti durante la prima guerra persiana, Atene non poteva considerarsi al sicuro: i Persiani desideravano vendicarsi sia per l'aiuto che Atene aveva dato a Mileto, che per la sconfitta subita.. Un altro motivo di timore era dato dal fatto che Atene riceveva il grano dal Mar Nero: zona questa controllata completamente dall'impero Persiano. Cosa accadde nella battaglia di Maratona? [37] Dopodiché, Dario inviò ambasciatori in tutte le poleis greche, chiedendo la loro sottomissione tramite la formula usuale di "terra e acqua", e contemporaneamente ordinò alle città costiere del suo impero di costruire delle navi da guerra e delle navi destinate al trasporto dei cavalli. Infine l'esercito persiano si diresse verso l'Attica e sbarcò presso Maratona, dove fu gravemente sconfitto dal piccolo esercito schierato dalle poleis di Atene e Platea. Quando iniziò la prima guerra persiana? [43] Dopo ciò, di fronte alla richiesta di entrambi i re di Sparta, gli Egineti capitolarono e consegnarono i dieci cittadini più importanti agli Ateniesi come garanzia della loro fedeltà. La seconda guerra greco-persiana. Il compito di condurre una nuova campagna fu quindi lasciato a suo figlio Serse I, che la attuò nel 480 a.C. Tutti gli storici concordano sul fatto che la fonte principale riguardante le guerre persiane sia l'opera di Erodoto Le storie, la cui attendibilità è da sempre discussa. [6][7][8] Inoltre, il re Dario I era considerato un usurpatore e per questo aveva passato molto tempo a estinguere le rivolte contro il suo potere. Bisogna quindi valutare con attenzione le informazioni che riporta quando dichiara di essere stato testimone dei fatti (le guerre persiane, ad esempio, scoppiarono prima che nascesse e si svolsero durante i suoi primi anni di vita), nonché i dati prodotti dai suoi informatori, i quali potrebbero avergli passato dati scorretti. [17][18], Il coinvolgimento di Atene nella rivolta ionica è la conseguenza di una complessa serie di circostanze, che cominciano con l'istituzione della democrazia ad Atene alla fine del VI secolo a.C. Nel 510 a.C. gli Ateniesi, appoggiati dal re di Sparta Cleomene I, cacciarono il tiranno Ippia, subentrato al padre Pisistrato,[19] che fuggì a Sardi presso la corte del satrapo persiano Artaferne, al quale promise il controllo su Atene in cambio della sua restaurazione come tiranno. SECONDA GUERRA PERSIANA: RIASSUNTO. [26], Gli Ateniesi e gli Eretriesi inviarono complessivamente 25 triremi in Asia Minore. [9][10] Già prima della rivolta ionica Dario, sedate le rivolte interne, aveva cominciato a espandere l'impero in Europa, conquistando la Tracia e costringendo la Macedonia a diventare sua alleata; tuttavia, una futura espansione persiana nella Penisola Balcanica era inevitabile, vista anche la fragilità del mondo greco, diviso in tante poleis autonome spesso in conflitto tra loro. Come si svolse la ribellione di Mileto? Atene chiese aiuto a Sparta, ma durante l'attesa decise di andare ad affrontare i Persiani direttamente a Maratona. Quando i Persiani decisero di attaccare gli Spartani non erano ancora arrivati. L'istituzione della democrazia rivoluzionò Atene, che da allora in poi divenne una delle città più importanti della Grecia e riuscì a mantenere la democrazia ininterrottamente per quasi un secolo, tanto i suoi cittadini erano contrari a qualsiasi forma di sottomissione, che si trattasse del ritorno del tiranno Ippia, di Sparta, della Persia o di chiunque altro. Milziade decise di lasciare avvicinare il nemico. [34] Inoltre, per ordine di Dario, tutti gli abitanti sopravvissuti vennero ridotti in schiavitù. [23], Cleomene, ovviamente, marciò su Atene con l'esercito spartano per ristabilire il suo ordine. Volunteering. di Antonio Coppola ... Pochi anni dopo, alla morte di Dario e l’ascesa al trono di suo figlio Serse, iniziò la seconda guerra persiana. Il tentativo non riuscì, quindi Ippia ritornò a Sardi e cercò di convincere i Persiani ad attaccare Atene. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 7 giu 2020 alle 00:10. La composizione della fanteria durante la seconda guerra persiana era pressoché identica a quella della prima, nonostante i Persiani avessero grande disponibilità di opliti e altri tipi di fanteria pesante nelle terre da loro dominate. Rivolta ionica – Prima guerra persiana – Seconda guerra persiana – Riscossa greca – Guerre della lega delio-attica Con il termine guerre persiane si definisce la serie di conflitti combattuti tra le poleis greche e l' Impero persiano , iniziati intorno al 499 a.C. e continuati a più riprese fino al 479 a.C. [82] Quindi i Persiani incendiarono la città e i templi.[82]. Sebbene i Persiani fossero stati sconfitti durante la prima guerra persiana, Atene non poteva considerarsi al sicuro: i Persiani desideravano vendicarsi sia per l'aiuto che Atene aveva dato a Mileto, che per la sconfitta subita.. Un altro motivo di timore era dato dal fatto che Atene riceveva il grano dal Mar Nero: zona questa controllata completamente dall'impero Persiano. Leonida, re di Sparta, sacrificando se stesso e trecento spartani, copre la ritirata delle forze di terra elleniche alle Termopili. Nel 494 a.C. la città di Mileto fu riconquistata dai Persiani che, questa volta, furono spietati: saccheggiarono la città, la rasero al suolo e uccisero o deportarono i suoi abitanti. [3], In conclusione molti studiosi accettano l'affermazione di Charles Hignett secondo la quale "Erodoto fornisce l'unica base sicura per una ricostruzione moderna delle guerre persiane, dato che non si può dare alcuna fiducia agli altri resoconti quando differiscono da Erodoto". [38], La maggior parte delle città-stato accettò il compromesso, temendo l'ira di Dario; gli Ateniesi, invece, li fecero gettare nel baratro, mentre gli Spartani li buttarono in un pozzo. All'interno di questa guida, andremo a trattare un tema molto importante all'interno della Storia del 1900, le guerre balcaniche. [74] Le ali destra e sinistra dell'esercito greco bloccarono la via di fuga diretta alle navi e, insieme alla parte centrale, premevano contro le linee persiane; sotto questa pressione l'esercito di Dati si sfaldò e si diresse verso le navi, che salparono immediatamente. Successivamente questa campagna venne interrotta dal naufragio della flotta persiana in una tempesta al largo del monte Athos. Questo stile di combattimento si era sviluppato durante le numerose guerre tra i Greci; poiché ogni città-stato combatteva allo stesso modo, i vantaggi e gli svantaggi di questo metodo non erano evidenti ai Greci. [34], Contemporaneamente la flotta si diresse verso l'isola di Taso e la sottomise senza incontrare resistenza; poi si diresse verso Acanto e di lì tentò di circumnavigare il promontorio del monte Athos, ma, incappata in una terribile tempesta, secondo Erodoto, perse 300 navi e 20 000 uomini, sbranati dagli animali marini, sbattuti contro gli scogli, affogati perché non sapevano nuotare o uccisi dal freddo.

Notizie Su Mantova, San Vito Di Cadore Cosa Vedere, Incredulità Di San Tommaso, Castellanzese Calcio Juniores Nazionali Risultati Girone A, Marcatori Spezia Serie A, Percoco Di Turi Maturazione, Sformato Di Riso E Zucchine Fatto In Casa Da Benedetta, Metro Vienna Prezzi, Istruttoria In Prima Istanza Chiusura Per Fine Istanza,